Ricevi il -20% di sconto iscrivendoti alla newsletter.   ISCRIVITI ORA

Gengiviti

Gengive arrossate: cause e rimedi di un fastidio frequente

Tempo di lettura: 4 Min

La gengiva è lo strato di tessuto epiteliale e connettivale, riccamente vascolarizzato, che riveste il colletto dei denti e forma l’arcata dentaria superiore e inferiore. Sono molte le persone che lamentano il fastidio delle gengive arrossate, una patologia spesso dovuta ad una scarsa igiene orale.

Le gengive arrossate rappresentano un segnale di un’infiammazione che potrebbe essere accompagnata da dolore persistente allo spazzolamento o al filo interdentale, sanguinamento, gonfiore, ma anche dalla sensibilità dentale al caldo e al freddo.

Cosa si intende esattamente con “gengive arrossate”? Si tratta di un processo infiammatorio che subiscono le gengive. Niente di irreversibile: questa patologia può infatti essere curata con alcuni accorgimenti. Se questo problema viene trascurato nel tempo però, l’infiammazione potrebbe trasformarsi in parodontite: il solco gengivale si ritrae e si forma così un piccolo spazio tra la gengiva e il dente dove si accumulano facilmente placca e tartaro.

L’igiene orale è sempre fondamentale ma lavare bene i denti non significa strofinarli troppo energicamente con lo spazzoli. In questo modo, infatti, si rischia di fare peggio e di aggravare l’arrossamento delle gengive, irritandole.

dolore gengive

Gengive arrossate cause

Le gengive arrossate sono un problema comune e spesso non si pensa alle loro reali cause. Quando l’igiene orale è scarsa o non viene fatta nel modo corretto, vi è un incremento di batteri che intaccano i tessuti del cavo orale. Un campanello di allarme deve scattare quando il colore del margine gengivale diventa di colore rosso accesso o violaceo, quando, invece, di solito è roseo con un aspetto compatto e con un’ottima adesione alle corone dentarie. Se le gengive diventano arrossate significa, quindi, che nel cavo orale è presente un’infiammazione gengivale che non bisogna ignorare.

Spesso le gengive arrossate sono anche sintomo di:

Se alla gengiva arrossata si aggiunge come sintomo il dolore e si escludono problemi come la gengivite, allora le cause potrebbero derivare da diversi fattori come:

Se la causa del fastidio rientra tra queste elencate, può essere risolta a casa seguendo corrette regole di igiene orale.

igiene orale

Gengive arrossate alimentazione

Cosa mangiare quando le gengive sono infiammate?
Quando le gengive sono rosse e infiammate e si escludono problemi come la gengivite o la paradontite, è importante mangiare degli alimenti che siano ricchi di vitamine, come la frutta e la verdura cruda. Questi sono cibi contenenti vitamina C ed E ed antiossidanti, che riescono a contrastare l’infiammazione gengivale. Inoltre, bisognerebbe assumere anche alimenti ricchi di calcio e yogurt che aiutano a rafforzare le difese immunitarie. Sconsigliati sono, invece, cibi poco digeribili come quelli con alta percentuale di grassi o fritti. Da evitare sono anche alimenti ricchi di zuccheri e croccanti, dato che potrebbero incentivare l’irritazione della gengiva provocando sanguinamento.

Gengive arrossate: come curarle

Se le gengive arrossate non sono causate da una malattia dentale, possono essere curate seguendo qualche piccola accortezza:

In ogni caso la prima cosa da fare è chiedere il parere di uno specialista.

Gengive arrossate rimedi naturali

La natura viene sempre in nostro soccorso e, come abbiamo visto più volte, è una valida alleata del nostro cavo orale.

Mangiare frutta e verdura fresca, cariche di vitamine, sono il primo passo per alleviare il problema ed evitare che si ripresenti. Se riuscite a trovare un gel di aloe vera il più puro possibile, allora potete spalmarlo sulle gengive e lasciarlo agire per circa 30 minuti. Mentre lo applicate potete fare un leggero massaggio, successivamente risciacquate la bocca. Il massaggio gengivale stimola anche in maniera positiva i tessuti, migliorando la circolazione e l’ossigenazione.

In caso di gengive gonfie e infiammate, l’infuso di malva è uno dei “rimedi della nonna” più utilizzati. Per prepararlo occorrono 2-3 cucchiaini di malva essiccata e tritata e una tazza di acqua bollente. Dopo aver filtrato e lasciato raffreddare l’infuso, utilizzatelo per fare degli sciacqui durante la giornata.

Il succo di limone combatte molto efficacemente l’infiammazione gengivale. Potete sciacquare il cavo orale con il succo di limone puro oppure aggiungendolo a dell’acqua. Questo metodo può risultare un po’ doloroso, soprattutto in caso di forte infiammazione ma è un’ottima soluzione.

Il sale permette di ridurre l’infiammazione e il dolore grazie ai suoi minerali, inoltre previene le infezioni. Mescolare un pizzico di sale al dell’acqua tiepida e fare degli sciacqui.

Le gengive arrossate non vanno mai sottovalutate. Fondamentale è curare sempre la propria igiene orale, utilizzando prodotti di qualità.

Prodotti consigliati per: Gengiviti